Nightguide intervista gli AMANOLIBERA

Nuove sonorità e atmosfere inedite caratterizzano “Crescerai”, l'ultimo progetto degli AmanoLibera in uscita a dicembre.
Si tratterà di un album pieno di sorprese, che ci trasporterà, con i suoi suoni al contempo rock e morbidi, in una riflessione profonda sulla condizione umana odierna.
Nightguide.it ha intervista gli AMANOLIBERA per voi.
A cura di Leslie Fadlon
“Crescerai'' è un titolo importante e significativo: con quali motivazioni lo avete scelto?
Crescerai in tutti i significati possibili e soggettivi del termine, nella vita non bisogna mai smettere di crescere. Brano e album sono dedicati alla mia piccola Beatrice.
Come è stato lo studio e la sperimentazione delle sonorità utilizzate?
Abbiamo cercato di utilizzare l'elettronica il meno possibile, cercando di esprimere sonorità Rock di impatto, molto sanguigno...se vogliamo anni 70/80.
''Non c'è più tempo'' ci esorta a non perdere, appunto, tempo: in campo musicale quanto conta questo, a vostro parere?
In campo musicale, come nella vita è fondamentale ed essenziale utilizzarlo al massimo, mai fermarsi, si corre il rischio di rimanere indietro.
Quali sono le principali differenze di ''Crescerai'' rispetto a ''Datevi tempo'', del 2013?
Le differenze fondamentali sono nella consapevolezza di quello che vogliamo e di quello che a noi piace suonare, quindi sonorità più rock e testi il più diretti possibile.
Influenze: che artisti amate e cosa avete ascoltato durante le fasi di registrazione?
Noi ammiriamo le band rock anni 70 (Led Zeppelin, Black Sabbath, Rolling stone, Deep Purple, e così via...) invece durante le fasi di registrazione e creazione di nuovi brani amo non ascoltare niente, proprio per evitare “contaminazioni” anche se ovviamente qualche contaminazione avviene comunque.
Live: avete collezionato esperienze e premi nel tempo, ma che cosa rappresenta per voi il palco quando vi ci ritrovate sopra?
Per noi il palco è espressione ed emozione, una delle sensazioni più gratificanti durante un live è il ritorno di calore, affetto e coinvolgimento che il pubblico riesce a regalarti, e negli anni abbiamo notato che più il locale è “piccolo”, raccolto e maggiore sono le emozioni che riesci a cogliere negli occhi delle persone...tutto questo è bellissimo.
E con chi sognereste di condividerlo?
Siccome adoro sognare in grande, direi con i Led Zeppelin...
Identità: quanto è importante mantenerla e rafforzarla nell'ambito musicale?
L'identità è quanto di più importante ci possa essere per una band / artista musicale; la gente si aspetta che questa venga rispettata e mantenuta nel tempo, dal nostro canto invece è meraviglioso far emergere identità e carattere, sono caratteristiche che nessuno dovrebbe snaturare.
Sogni e progetti futuri?
Quale sogno potrebbe essere migliore di questo...Musica, musica e ancora musica...vogliamo realizzare quanti più album possibili.

amanolibera, crescerai, intervista

Articoli correlati

Interviste

Nightguide intervista tony momrelle

24/11/2016 | luigirizzo

Appena reduce dal successo di tre date tutte esaurite al fianco dei leggendari earth, wind & fire, tony momrelle pubblica l'edizione deluxe del suo ultimo album "keep pus...

Interviste

Nightguide intervista i soviet soviet

22/11/2016 | leslie-fadlon

A tre anni di distanza dal fortunato debutto “fate” e dopo aver macinato una quantità di chilometri imbarazzante, torna l'instancabile power-trio soviet soviet...

Interviste

Nightguide intervista valeria caucino

17/11/2016 | leslie-fadlon

Uscito da poco in radio il nuovo singolo di valeria caucino, “the beating of life” estratto dall'album "at the break of dawn”, il primo album solista in cui l'artis...

2445150 foto scattate

14676216 messaggi scambiati

680 utenti online

1083 visitatori online