Nightguide intervista Inigo

Nightguide intervista Inigo


Inigo (all'anagrafe Inigo Giancaspro) è un cantautore pugliese diplomato al C.E.T. di Mogol come autore e compositore. 
Una carriera ricca di premi, collaborazioni, festival e grandi riconoscimenti da parte della critica.
Noi l'abbiamo incontrato per sapere qualcosa di più del suo ultimo lavoro "Terzo disco d'esordio" uscito a marzo di quest'anno.

Ciao Inigo, hai da poco pubblicato un singolo in collaborazione con ANDREA MIRO', ''LA TESI DEL CORAGGIO'': che esperienza è stata e come è nata?
 
E' nata una volta provinato il pezzo, sentivo che una presenza di spessore artistico come la sua avrebbe potuto aggiungere qualcosa a questo brano e quindi
ho fatto in modo di farglielo ascoltare, a lei è piaciuto e così e nato questo featuring.
 
Il testo ha ricevuto dei premi, vero?
 
Si, nel 2016 ha ricevuto una menzione al Salone del Libro di Torino ed è salito sul podio del Premio Lunezia nella sezione autori. Due belle soddisfazioni.
 
Cosa ti ha dato “Terzo disco d'esordio” il disco uscito lo scorso Marzo per Intebeat/Egea?
 
Mi ha dato innanzitutto l'opportunità di suonare in giro, abbiamo fatto due tour: uno nel 2017 dopo l'uscita del singolo “Ho smesso” (che anticipava l'uscita del disco) e uno quest'anno, mi ci voleva dopo una lunga pausa, tutto questo mi ha avvicinato ad altra gente soprattutto dopo le aperture estive per Fabrizio Moro, quelle tre serate sono state la ciliegina sulla torta degli ultimi due anni di lavoro.
 
Ti sei diplomato al C.E.T. di Mogol come autore e compositore. Quanto è stato importante aver studiato nella tua decisione di fare il cantante?
 
Quando ho fatto il CET la prima volta nel 2006 avevo ancora poca esperienza alle spalle, posso dirti con cognizione di causa che il CET è stata la miccia che ha fatto nascere in me la voglia di provare sul serio a trasformare una sacrosanta passione in qualcosa di più.



E chi sono gli artisti che più stimi?

 
Tutti quelli che si sono fatti da soli.
 
Hai condiviso il palco con artisti del calibro di Fabrizio Moro, Arisa, Simone Cristicchi, Riccardo Sinigallia, Cristina Donà, Dimartino, Wrongonyou, Chiara Civello e Simona Molinari. Hai qualche aneddoto da raccontarci?
 
Già il fatto di esser salito su quei palchi mi riempie d'orgoglio, faccio musica da più di 10 anni ed è normale, anche se non scontato, che prima o poi ti capiti, le prime volte la vivevo come una sorta di benedizione, oggi sono più consapevole e sicuro del fatto di essermi meritato tutto quello che mi è successo.  
 
Quali sono i tuoi prossimi progetti? 
Sto già lavorando a cose nuove, spero prima o poi di uscire con un nuovo disco, nel frattempo però mi piacerebbe lavorare come autore per altri, è una cosa che non ho ancora fatto ma credo che adesso i tempi siano maturi, dovesse capitare l'opportunità non me la lascerei sfuggire.
 
Ti vedremo live in giro?
 
Non nell'immediato, forse qualche concerto a inizio 2019 per chiudere il cerchio di questo disco, sicuramente torneremo dal vivo in concomitanza dell'uscita del mio prossimo album.

Intervista a cura di Leslie Fadlon
 

Articoli correlati

Interviste

Nightguide intervista ara...

20/02/2019 | iltaccuinopress

1.Ciao arau, abbiamo ascoltato la tua versione de “l'anno che verrà” di lucio dalla e ci è piaciuta molto, per cui approfondendo abbiamo notato che in realtà è ...

Interviste

Nightguide intervista car...

19/02/2019 | valentina-ceccatelli

carmelo pipitone è il chitarrista dei marta sui tubi, milita negli ork e nei dunk ed ha fatto uscire a novembre cornucopia, il suo primo disco solista. Mentre è impeg...

Interviste

Nightguide intervista il ...

17/02/2019 | valentina-ceccatelli

il tipo di jesi, all'anagrafe tommaso sanpaolesi, unisce grunge e provincia: il suo primo disco, pranzo rock in via trieste, è uscito poco tempo fa accompagnato dal vi...

2445150 foto scattate

16163830 messaggi scambiati

800 utenti online

1275 visitatori online